Cerca
Close this search box.

PHENIX nuovo sistema di riabilitazione del pavimento pelvico

Indice dei contenuti

Caratteristiche del PHENIX

Prima di accennare alle caratteristiche del nuovo sistema di riabilitazione, che è operativo da qualche mese, nel Centro Pelvi Perineale di Reggio Calabria e Messina, che va ad implementare la già ricca varietà di strumentazione e tecniche riabilitative, è corretto ricordare che:

la riabilitazione del pavimento pelvico è il settore della fisioterapia dedicato alla prevenzione e alla cura delle disfunzioni urologiche, proctologiche e ginecologiche conseguenti ad eventi patologici congeniti o acquisiti.

Le più importanti disfunzioni sono incontinenza urinaria, incontinenza fecale, prolasso, stitichezza, dolore pelvico o difficoltà sessuali.

Gli obiettivi della riabilitazione del pavimento pelvico sono:

  • il recupero dell’attività muscolare e della forza dei muscoli del pavimento pelvico
  • il recupero delle funzioni alla base della continenza volontaria
  • il ripristino delle corrette sinergie e del comando
  • la prevenzione delle recidive.

In primo luogo il paziente deve sottoporsi ad esami quali l’uro-dinamica e la manometria ano-rettale per valutare l’attività del pavimento pelvico e quella addominale e tutta la tecnologia diagnostica necessaria, sostenuta dall’evidenza clinica pubblicata in letteratura scientifica.

Successivamente effettua delle sedute di fisiokinesiterapia pelvi-perineale, di elettroterapia funzionale o di biofeedback, separate o integrate.

In relazione al tipo di terapia necessaria è possibile anche effettuare la riabilitazione a casa con apparecchi di stimolazione domiciliari, dopo opportuno addestramento.
L’incontinenza è una condizione che incide in maniera estremamente negativa sul benessere fisico, psichico e, soprattutto, sociale.
Viene chiamata “malattia silenziosa” perché molte persone non ne parlano, per vergogna o imbarazzo, credendo forse di essere le uniche nella loro condizione.

Le cause, così come i sintomi, sono di diverso tipo, spesso transitorie e facilmente curabili e non hanno a che fare solo con l’avanzare degli anni, difatti sono sempre di più le persone giovani colpite.

Si tratta soprattutto di infezioni vaginali o del tratto urinario, di gravidanza e parto e di menopausa.

Allo stesso modo il prolasso dell’utero, l’obesità e la debolezza dei muscoli che mantengono in sede la vescica o lo sfintere uretrale possono esserne causa, così come la stitichezza, le malattie renali ed il diabete.

Per gli uomini l’incontinenza può insorgere a causa dell’ingrossamento della prostata (iperplasia benigna) o della prostatite (infiammazione della ghiandola prostatica) o in seguito a prostatectomia (asportazione della prostata) per tumore prostatico.

Infine anche le malattie del sistema nervoso, i disturbi neurologici (sclerosi multipla, morbo di Parkinson, lesioni del midollo spinale e ictus), difetti congeniti, farmaci ed alcune procedure chirurgiche (danni ai nervi o ai muscoli che possono insorgere anche indipendentemente dall’ operatore) possono determinare questa condizione.

Il nuovo sistema di riabilitazione del pavimento pelvico

Il sistema è dotato di una unità paziente wireless utilizzabile sia per la elettrostimolazione che per il biofeedback e di un sistema wireless per manometria con un ampio range di protocolli terapeutici personalizzabili oppure pre-memorizzati utilizzabili per la riabilitazione perineale.

Con la sua tecnologia wireless all’avanguardia nell’innovazione, il PHENIX – NUOVO SISTEMA PER RIABILITAZIONE PELVI-PERINEALE consente la riprogrammazione neuromuscolare statica o in movimento sia sul sistema muscolo-scheletrico che sul perineo.

Biofeedback wireless: lo stim / bio POD viene posizionato sul paziente. Agganciato a un cinturino, si collega alla sonda e / o agli elettrodi cutanei. Senza fili tra il paziente e l’unità centrale, il biofeedback si arricchisce di tanti esercizi difficilmente eseguibili con altri dispositivi. Ogni stim / bio POD trasmette e visualizza istantaneamente le curve di biofeedback sullo schermo. La riabilitazione può essere eseguita in orto-statica e orto-dinamica (molto importante per i casi di incontinenza fecale e/o urinaria).

Elettrostimolazione wireless: la scomparsa dei fili tra unità centrale e paziente semplifica l’impostazione della seduta e dona molta flessibilità ai trattamenti di elettrostimolazione.

Elettrostimolazione e biofeedback associati: nei pazienti che presentano differenze nell’integrazione di un pattern motorio, la combinazione di stimolazione e biofeedback wireless consente di creare un’esperienza sensomotoria per alcuni secondi. Il paziente può facilmente riprodurlo sotto feedback, sia in orto statico che orto dinamico. (Esempi: apprendimento del riflesso di bloccaggio perineale, ecc.).

Trattamenti:

Riprogrammazione neuromuscolare statica o mobile

Novità nella riabilitazione perineale: stimolazione microcircolatoria controllata.

Attivo su:

  • Ipertono del perineo
  • Dolore pelvico cronico
  • Dissinergia addomino-pelvi-perineale
  • Stipsi
  • Recupero del tono e trofismo muscolare
  • Insufficienza sfinterica con incontinenza fecale e/o urinaria
  • Ritenzione urinaria da ipocontrattilità vescicale
  • Guarigione accelerata dell’episiotomia e delle lesioni profonde del perineo

Il CENTRO PELVI PERINEALE offre la migliore tecnologia per le disfunzioni del pavimento pelvico

Dott. Carmelo Geremia

Proctologo - Pelviperineologo - Gastroenterologo
Specialista nelle malattie del pavimento pelvico

Dove Visito

Reggio Calabria 
Messina 
Milano